030 33 90 717
Contattaci
Via Della Valle 11, Brescia
Dove siamo
9.00-13.00 14.00-18.00
Da lunedì a venerdì

€ 0 fino a € 1.500.000

€ 0 fino a € 1.500.000

Ci sono 0 risultati. Guarda risultati
Ricerca Avanzata

€ 0 fino a € 1.500.000

ci sono 0 risultati
I risultati della tua ricerca

mercato immobiliare in crescita

Pubblicato da Marcello Bonutto on settembre 24, 2018
| 0
Il mattone cresce in Italia, corre in Francia e Germania

Il mercato delle case in Italia è tutt’altro che in crisi, con le compravendite che continuano a
marciare a ritmo sostenuto e una previsione 2019 di ulteriore miglioramento.
Fin qui la buona notizia. L’altro lato della medaglia è che il nostro Paese, seppur in crescita in termini di transazioni, resta il fanalino di coda dei Big Five dell’immobiliare europeo e che i prezzi delle abitazioni ancora non salgono. La vera svolta, sul fronte delle quotazioni, ancora non si vede. E ancora: le città più performanti in termini di tenuta dei prezzi nel 2018 non sono solo Milano e Roma, ma anche Firenze, Venezia e due new entry come Rimini e Pisa.
A tracciare i contorni del complesso stato di salute dell’immobiliare italiano ed europeo è l’European Outlook 2019 di Scenari Immobiliari, che verrà reso noto al pubblico con l’apertura del Forum di Previsioni e Strategie venerdì 14 settembre a Santa Margherita Ligure – un appuntamento annuale giunto alla sua 26esima edizione, che segna il “ritorno al lavoro” post pausa estiva dei protagonisti dell’immobiliare – e che Il Sole 24 Ore è in grado di anticipare.

Fanalino di coda
In termini di fatturato del settore immobiliare il gap italiano con i competitor è sempre più ampio. «A partire dal 2014 l’Europa cresce del 29,2% e, rispetto al precedente picco positivo del 2007, del 10% – spiega Mario Breglia, presidente di Scenari Immobiliari –. Invece è ancora
acerba la ripresa dell’Italia, che rispetto al 2014 incrementa il volume del fatturato del 21,2%,
ma rimane in calo rispetto al 2007 del 3% circa, ancora fragile sul fronte dei prezzi medi nominali». Focalizzandoci sul settore residenziale, è la Francia a guidare la classifica dell’aumento del fatturato immobiliare con il +15,1% nel 2018, un vero exploit che porta peraltro Parigi a livelli dei prezzi medi ormai praticamente inabbordabili dalle famiglie in cerca di casa nella capitale francese.
Le previsioni del 2019 sono di un ulteriore +7,7% del fatturato, mentre i prezzi delle case sono aumentati in media del 4,9% nel 2018 e si prevedono in crescita del 3% nel 2019. Segue a ruota la Germania, con un fatturato 2018 in crescita del 10,5%, una stima per l’anno prossimo dell’8,8% e una crescita dei prezzi residenziali del 5,8% nel 2018 (dopo il +8,8% nel 2017) e del 2,9% nel 2019.
Molto bene anche la Spagna, dove il fatturato 2018 cresce del 9,9% (dopo il +11,6% del 2017) e la stima 2019 è di un ulteriore +8,1%, con prezzi delle abitazioni cresciuti del 5,3% nel 2017, del 4,6% quest’anno e del 5,2% stimato per l’anno prossimo, guidando così la futura ascesa delle quotazioni europee.
L’Italia, pur con dati positivi, è la meno veloce: il fatturato immobiliare 2018 cresce del 5,3%, quello 2019 è stimato in un +4,8%, ma i prezzi delle case languono: -0,2% nel 2017, -0,1% in termini di previsione a fine 2018, in stabilità assoluta nel 2019.

  • Ricerca Avanzata

    € 0 fino a € 1.500.000

Confronta Annunci